villa-sagredo-logo-stampato

Villa Sagredo, il nuovo logo

No comments

Durante l’inspection dell’Oratorio, ove è sepolto l’ultimo dei Sagredo, necessaria per organizzare il  servizio fotografico, propedeutico alla realizzazione del nuovo piano di comunicazione su Villa Sagredo e quindi del nuovo logo ,è stata fatta una scoperta interessante. Sulla parete di fronte all’altare c’è una lapide marmorea  che riporta gli elementi costitutivi dello stemma dei Sagredo: il cavallino rampante, la corona che sovrasta lo scudo, i gigli francesi che attraversano lo scudo orizzontalmente, onore concesso da Luigi XIV a Giovanni Sagredo per aver condotto magnificamente le trattative durante la guerra a Creta.

Ma… tra lo scudo e il rettangolo dove si trova l’iscrizione che ricorda Agostino, c’è un tondo fino ai giorni nostri passato inosservato: un tondo, in realtà un serpente, che si morde la coda, un uroboro, simbolo dell’eterno divenire. Dopo un attento studio grafico si è deciso di dare il giusto rilievo a tutti gli elementi, quindi nel nuovo logo compaiono il cavallino, lo scudo, i gigli… ma anche il serpente e la S di Sagredo. Si è voluto così ricordare l’eterno messaggio dei Sagredo ma anche fare un augurio a chi si sposerà in Villa, perché la vita degli sposi e il loro amore sia  eterno.

Contattaci

Usa questo modulo per richiederci informazioni.

AccettoAcconsento al trattamento dei dati personali*